Loader

“Pensavo di dover essere perfetta”

Pensavo di dover essere perfetta per poter piacere a me e agli altri ma poi ho capito una cosa… di dover essere felice dei miei difetti e delle mie fragilità e sorridere per il fatto di averne!

Se solo anni fa avessi potuto darmi  il consiglio di essere diversa da quello che ero,
ma allora non potevo perché allora non ne avevo la maturità data dalla consapevolezza,
volevo essere perfetta dimenticandomi .. di essere felice!

Adesso sorrido ma non è stato sempre così perché a volte si è giudici di se  e si teme il giudizio degli altri
Ma c’è una cosa …
non si può piacere a tutti
ed io ora penso solo che voglio bene alla persona che sono

Il mio  modo di fare,
la mia voce,
la mia risata è speciale ed unica per me,
mi diverte e mi diverto ad essere ciò che sono

Milleunanotedime
Io resto sempre quella che si toglie le scarpe appena
scorge il mare,
quella che ha nelle tasche cioccolatini e riesce a mangiarli tutti in un battibaleno
quella che canta canzoni, quando nessuno la sente…
quella che ride scherza e gioca anche se è da sola
quella che si diverte anche per le piccole cose quella che apprezza ogni attimo perché irripetibile …
quella che gioca con il suo essere così sopra le righe e sopra le nuvole ma che poi sa scendere a terra ancorandosi ai propri pensieri
Quella che sa nascondere le proprie idee sotto un cappello !
e che ama le note perché sono mille e tutte diverse.

Io non sono perfetta non sono abbastanza sono tutto per me !

Le mie notedime!

No Comments

Post A Comment